ALTERNANZA SCUOLA LAVORO - Gli obiettivi formativi

Per un concreto inserimento nel mondo del lavoro

Gli studenti devono sviluppare le loro competenze in situazioni lavorative sperimentando attivamente l’integrazione tra le conoscenze e le abilità maturate. Nell’alternanza si intrecciano e interagiscono tra loro altre innovazioni metodologiche, organizzative e didattiche: la metodologia centrata sull’esperienza di laboratorio e in contesti reali; la conoscenza del contesto lavorativo, delle sue dinamiche, dei ruoli; lo sviluppo della capacità di orientarsi e di sostenere scelte motivate degli studenti.

Per il nostro CFP, l’Alternanza Scuola-Lavoro è il momento centrale e maggiormente significativo della formazione professionale, come dimostra il Piano Formativo che prevede nel triennio un totale di 800 ore di stage che permette di:

  • Mettere in rete il CFP con le Imprese e il mondo dell’artigianato del territorio, per costruire insieme dei percorsi formativi attinenti alle richieste del Mercato del Lavoro
  • Offrire la possibilità ai nostri allievi di farsi conoscere da un punto di vista delle proprie competenze professionali e personali e, quindi, avere un primo orientamento per l’uscita dalla formazione verso il lavoro
  • Dare l’opportunità al CFP di pensare e di progettare insieme agli imprenditori, attraverso un’organizzazione a rete e comitati tecnici scientifici, l’offerta formativa per il territorio e l’organizzazione della propria formazione e dell’alternanza scuola-lavoro.

I NOSTRI STAGE FORMATIVI SONO PROGETTATI COMPLETAMENTE IN COLLABORAZIONE CON LE IMPRESE E GLI ARTIGIANI DEL TERRITORIO, dalla modalità realizzativa al sistema di valutazione: obiettivi, progetto formativo di tirocinio, modalità, durata, tempistica, funzione dei due tutor, criteri valutativi e strumento di valutazione.

Tra gli strumenti utilizzati per l’inserimento nel mondo del lavoro, il più recente è il contratto di apprendistato di 1° livello (art. 43 d.lgs.81/15) per il conseguimento della qualifica, del diploma professionale, del diploma di istruzione secondaria superiore e del certificato di specializzazione tecnica superiore.

Uno strumento quest’ultimo, che permette all’apprendista di fare un’esperienza dove formazione e lavoro si integrano l’un l’altro in modo molto sinergico.