CLIL

Content and Language Integrated Learning

CLIL è l’acronimo di “Content and Language Integrated Learning”, cioè, letteralmente, apprendimento integrato di lingua e contenuto. Si tratta di un approccio metodologico nel quale la disciplina, o parte di essa, viene insegnata in lingua straniera al duplice scopo di apprendere il contenuto disciplinare e, contemporaneamente, la lingua straniera.

 

Quali sono i vantaggi del CLIL?

  • Numerose ricerche in ambito didattico dimostrano i vantaggi della metodologia CLIL nell’apprendimento, in particolare evidenziando:
  • Il potenziamento dell’apprendimento sia dei contenuti disciplinari che della lingua straniera
  • L’aumento della motivazione allo studio
  • Lo sviluppo di abilità cognitive complesse
  • L’utilizzo della lingua straniera non solo nella comunicazione interpersonale (BICS – Basic Interpersonali Comminication Skills), ma anche come strumento per la comprensione e l’apprendimento di contenuti accademici (CALP - Cognitive Academic Language Proficiency)

La normativa prevede che l'insegnamento di una materia non linguistica in lingua straniera venga attivato a partire dal quarto anno di corso nei licei linguistici e nel quinto negli altri indirizzi. Presso il nostro Istituto, ormai da anni, è attivo l'insegnamento di scienze in lingua inglese dal terzo anno sia per il liceo linguistico che il liceo scientifico. Dall'anno scolastico 2013-2014 per il liceo linguistico si prevedono moduli di storia dell'arte in lingua tedesca a partire dal quarto anno.